Il corso è articolato intorno alla parola-chiave nonviolenza, intesa sia come movimento politico che come pratica. Nello specifico esso prende in esame alcuni di quei movimenti e quelle azioni nonviolente, che hanno contribuito a cambiare il futuro di intere nazioni.

La finalità del corso è duplice: da un lato, s’intende favorire la comprensione della natura conflittuale e controversa della storia e della “parzialità” della narrazione storica; dall’altro, si propone di contestualizzare alcune dinamiche conflittuali con lo scopo di capire cosa può renderle più distruttive e cosa può, invece, contenerne la violenza, aprendo strade di ricomposizione e di riconciliazione attraverso le tecniche della trasformazione nonviolenta dei conflitti.

La durata del  corso ė di 12 ore da 60, suddivise in 6 incontri; ogni incontro prevede una parte teorica di presentazione del nucleo tematico e una parte pratica per illustrare le esercitazioni ad esso collegate. Per ricevere informazioni sulle modalità di iscrizione all’intero corso o ai singoli moduli, quanti fossero interessati possono avvalersi del modulo presente nei contatti.